Rimanere senza acqua calda: qual è la causa principale

Sfortunatamente, a chiunque può capitare almeno una volta nella vita di ritrovarsi sotto la doccia senza acqua calda. Si tratta di una situazione purtroppo assai comune che ha comunque delle spiegazioni. Infatti, l’acqua calda non si interrompe all’improvviso senza motivo ma succede che ci siano delle situazioni che portano a questo disagio non è indifferente. Restare senza acqua calda emergenza che non può portarsi nel tempo e quindi bisogna fare immediato riferimento a un valido tecnico della manutenzione e assistenza caldaie Roma che possa abituare il problema e risolvere il prima possibile.

In genere, quanto manca l’acqua calda il problema riguarda la caldaia. Si tratta di capire come mai la caldaia non parte e non riscalda l’acqua come dovrebbe fare solitamente. La maggior parte delle volte che un tecnico della manutenzione e assistenza caldaie Roma È chiamato a intervenire per problemi di mancata produzione di acqua calda, la colpa di una pressione insufficiente. Questo è un valore essenziale che deve sempre essere tenuto sotto controllo per garantire la produzione di acqua calda sanitaria.

La pressione dovrebbe sempre essere inclusa 1 e 2 bar per avere un apparecchio che funzioni correttamente. Bisogna poi tenere conto che ogni modello a piccole variazioni che dipendono proprio dalla sua tipologia. Tornando ora al problema della mancanza di acqua calda, non arriva acqua calda dal rubinetto nel momento in cui la pressione dell’acqua è insufficiente cioè inferiore a 1 bar.

Se la pressione dell’acqua in ingresso nella caldaia non supera il limite minimo di un bar, può succedere che non si attivi la fiamma pilota. È Facile controllarlo da sé controlla che ci sia la fiamma si quando il rubinetto della acqua calda è aperto.

Solitamente, il tecnico della manutenzione e assistenza caldaie Roma Alza la pressione della caldaia introducendo nuova Acqua aprendo l’apposito rubinetto. Se il problema dovesse continuare per presentarsi, è evidente che l’assistenza dovrà preoccuparsi di individuare la causa primaria del malfunzionamento.