Scaldabagno elettrico: come risolvere i 3 guasti più frequenti

Lo scaldabagno a Roma di tipo elettrico è tra i più diffusi per la produzione di acqua calda sanitaria. Vediamo in questo breve elenco quali sono i 3 problemi più frequenti di questo sistema e anche le modalità di intervento per riportare la situazione alla normalità.

Non esce acqua calda

Se lo scaldabagno a Roma no produce acqua calda, iniziamo a controllare che sia collegato alla corrente elettrica e che i rubinetti dell’acqua siano aperti. Potrebbe essere entrato in funzione un sistema di sicurezza. Molti modelli, infatti, si bloccano nel momento in cui il boiler resta inattivo a lungo. Come sbloccare la valvola dovrebbe esser indicato sul libretto di istruzioni, ricordando che questi interventi vanno fatti con il sistema idraulico ed elettrico spenti.

Perde acqua

Può capitare di vedere delle goccioline di acqua che cadono dal boiler. Se la perdita è localizzata nella parte inferiore, potrebbe trattarsi di un problema alla resistenza che presenta un deposito di calcare. È una situazione molto frequente che capita spesso e abitiamo in una zona dove l’acqua è ricca di calcio. Potrebbe esser necessario sostituire l’intera resistenza ma prima conviene provare a togliere il calcare.

Fa rumore

È possibile che lo scaldabagno risulti molto rumorosi. Di nuovo, la causa potrebbe esser legata a deposti di calcare. L’ideale sarebbe rimuovere il calcare presente nel serbatoio. Dopo aver spento sia il boiler che l’elettricità e chiuso l’acqua, ci basta svuotare il serbatoio avendo cura che l’acqua prima si sia ben raffreddata ponendo un catino al di sotto.

Una volta che l’acqua è stata tolta potremmo notare che sono presenti dei piccoli sassolini: sono i depositi di calcare che facevano rumore. Meglio lasciare spento e vuoto il boiler per qualche ora e poi riattiviamoli aprendo tutti i sistemi.

Un’operazione di questo genere aiuta anche ad aumentarne l’efficienza dello scaldabagno a Roma dato che un deposito di calcare spesso compromette la capacità di distribuzione del calore. Se il problema dovesse persistere, meglio far riferimento al nostro tecnico di fiducia.